Anche questo anno, un grande afflusso di visitatori in occasione delle festività per la commemorazione dei defunti, sta affollano i cimiteri di Napoli, ed in particolar modo, la zona di Poggioreale. Per far fronte al forte afflusso di persone, il Comune di Napoli ha adottato misure speciali per la regolazione del traffico veicolare, come ad esempio la chiusura dell’uscita della tangenziale Doganella, numerosi sensi unici e la creazione di corsie preferenziali per il servizio pubblico e fermate autobus e stalli taxi provvisori.

Per regolare la folla di cittadini in visita ai cari defunti, il comune ha disposto anche l’utilizzo di squadre di volontari della protezione civile, che si sono attestati soprattutto nei punti di maggiore affluenza, come agli ingressi principali a via del riposo e via Santa Maria del Pianto ed ai varchi secondari. 

L’incrocio fra il traffico veicolare, seppur limitato, e il grande flusso di persone, ha creato, come potete immaginare, non pochi problemi – spiega Gianluca Engle, giovane volontario dei Falchi del Sud, un associazione di protezione civile del Vomero – abbiamo regolato il flusso di persone sulle strisce pedonali ed aiutato le numerose persone anziane, soprattutto sulle scalinate all’interno del cimitero”. Si sono registrati piccoli infortuni e un intervento del 118 dovuti ad una caduta di una persona anziana.

Questi provvedimenti, così come lo spiegamento dei volontari di protezione civile, saranno in vigore sabato 28 e domenica 29 ottobre e il 1 e 2 novembre, dalle ore 6 alle 14.

Pubblicato su "Voce di Napoli" il 31.10.2017